Progetto Radis - Trashware - Software Libero

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Messaggio
  • EU e-Privacy Direttiva

    Questo sito usa i cookies per gestire autenticazioni, navigazione, e altre funzioni. Accettando consentirai che questo tipo di cookies possano essere salvati sul tuo dispositivo.

    View e-Privacy Directive Documents

Progetto

Il Progetto Radis consiste in:

  • recupero e riutilizzo di materiale informatico dismesso ma funzionante

  • ricondizionamento dello stesso attraverso la dotazione di software libero

  • consegna in forma gratuita a progetti di utilità sociale, culturale, solidale, educativo sia essi locali che internazionali.

 

Funzionamento

Le fasi nelle quali si realizza il processo del Progetto Radis sono:

 

Raccolta

  • Chiunque (privato od azienda) abbia materiale informatico da dismettere segnala la disponibilità a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

  • Verifichiamo la loro riutilizzabilità con un sopralluogo. Non siamo soggetti abilitati allo smaltimento quindi non possiamo ritirare materiale da smaltire.

  • Ritiriamo i materiali previa verifica della loro riutilizzabilità e rilasciamo ricevuta di quanto ritirato

 

Riqualificazione

La riqualificazione consiste in una verifica funzionale completa, integrazione con componenti guasti, installazione di sistema operativo Linux, configurazione di un ambiente gestionale di tipo domestico (accesso ad Internet, Posta Elettronica, Trattamento testi, Foglio elettronico, Presentazioni, Trattamento Immagini/Foto/Filmati) tutto rigorosamente soggetto a licenze open (GNU-GPL-LGPL, Creative Commons).

Eventuali dotazioni mirate a specifiche necessità saranno esaminate di volta in volta.

Distribuzione

  • Privati, associazioni, circoli, organismi onlus no-profit, qualunque soggetto la cui attività sia riconducibile a progetti di natura sociale, culturale, solidale che necessiti di infrastrutture informatiche per la gestione o per la conduzione dei suoi progetti richiede il materiale a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. allegando una piccola documentazione che descriva il progetto cui saranno dedicati i pc.

  • Verranno rilasciate i PC richiesti alle condizioni dichiarate nella Riqualificazione

  • Verrà richiesta ricevuta di consegna

  • Sarà inviato al donante la ricevuta della consegna, assieme alla descrizione del progetto cui sono stati destinati i PC

Promozione

Progetto Radis si rende disponibile a corsi di formazione di base su Linux e software libero, a promuovere occasioni di approfondimento pubblico sulle tematiche relative al Software Libero.

 

Dove operiamo

Consideriamo questo progetto come un esercizio pratico da realizzare prima di tutto nel territorio sul quale viviamo, ci rivolgiamo perciò principalmente ai nostri concittadini sia per il recupero dei pc dismessi che per la distribuzione, fermo restando che per quantitativi apprezzabili di macchine da ritirare o per progetti significativamente importanti possiamo derogare e raggiungere località prossime in ambito regionale e non, il tutto compatibilmente con costi di trasporto non ammortizzabili da una attività di tipo volontario.

 

Finalità

Il progetto nasce e si sviluppa in seno ad una condivisione di valori che identificano precise finalità

Critica del consumismo tecnologico.

Contrastare il consumismo tecnologico vuol dire proporre alternative per:

  • riqualificare e dare valore ai beni in funzione della loro utilità

  • alimentare la cultura del non-spreco, della salvaguardia delle risorse primarie ed energetiche,

  • promuovere gli indispensabili stili di vita individuali per una sostenibile gestione dei rifiuti

Promozione e Divulgazione del Software Libero

Il Software Libero rappresenta una alternativa al concorrente Software Proprietario.

Promuovere e divulgare il primo nasce dalla necessità di contrastare il disegno secondo il quale l'intelligenza, la creatività, la capacità, le capacità umane tutte debbano essere rinchiuse in un marchio, in un 'diritto esclusivo', in un brevetto sulle quali si esercita ii profitto, quando invece esse dovrebbero essere patrimonio condiviso delle comunità, dell'umanità (diritto inclusivo)

Contrasto al Digital Divide

Le tecnologie dell'informazione devono essere accessibili a chiunque. Ogni cittadino, popolo, ha diritto all'accesso ad un 'bene' sul quale si veicola l'informazione. Qualunque forma di discriminazione sia essa determinata da fattori economici od infrastrutturali costituisce la perpretazione delle povertà e dell'ingiustizia

De-economicizzazione del lavoro

Una società che fonda il suo sviluppo sull'esclusiva redditività economica è destinata a scaricare sull'ambiente o sulle successive generazioni tutto ciò che non può essere tradotto in 'dividendi'.

Investire in una proposta culturale che riscopra caratteri di solidarietà, gratuità, scambio ha lo scopo di integrare nel modello economicista il fine ultimo dell'umanità: la sua conservazione.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 25 Marzo 2009 08:23